12 Settembre 2014 ivanlorenzon

Progetto video professionale: quanto costa e come risparmiare

 

LE 3 FASI: COME SI REALIZZA UN VIDEO PROFESSIONALE

La realizzazione di un video si divide in tre parti principali: pre-produzione, produzione e post-produzione.
PRE-PRODUZIONE
Nella pre-produzione sono coinvolti il responsabile del progetto, il copy, l’art director e il regista.
In questa fase si parla con il cliente o con l’account dell’agenzia. Si realizza un soggetto, si scrive una sceneggiatura, a volte uno storyboard, si effettuano i sopralluoghi e se, necessario, i casting.
PRODUZIONE
Nella fase di produzione operano l’organizzatore della produzione, il regista, il direttore della fotografia, l’operatore, l’assistente operatore, l’elettricista. Possono inoltre essere coinvolte altre figure professionali come il macchinista, l’operatore del drone, il truccatore, lo scenografo, ecc.
Questa è la fase in cui si realizzano le riprese. Ci si sposta nella o nelle location individuate (possono essere le sedi dei clienti oppure location prese in affitto), si prepara la scena da riprendere con le luci, si posiziona la macchina su cavalletto, oppure sullo slider, sul carrello, sul crane, in base alle necessità e alla visione del regista. Si fanno “recitare” i protagonisti (alcune volte sono i dipendenti dell’azienda, altre dei modelli, altre ancora dei veri e propri attori), si ripetono le scene per avere diversi punti di vista della camera (totali, larghi, stretti, dettagli).
POST-PRODUZIONE
La post-produzione vede all’opera il regista, il montatore, il motion graphics designer, il colorist, il sound designer, lo speaker.
Tutto il materiale girato viene acquisito e selezionato nella regia di montaggio. Vengono scelte le musiche e si realizza lo speakeraggio del testo (quando c’è).
Ora può iniziare il montaggio vero e proprio. Il regista segue il montatore affinché i contenuti siano sviluppati secondo le sue direttive. Il motion designer inserisce grafiche 2D e 3D dove concordato. Il sound designer si occupa di tutti i suoni che rendono il video più reale (rumori di macchinari, di motori, di persone al lavoro, di eventi climatici, ecc.). Il colorist infine si occupa della fotografia per dare al video un aspetto più caldo oppure più freddo, più tecnologico o più emozionale, ecc.

Per ridurre i costi in questi anni si è cercato di inglobare nelle singole persone molteplici professionalità.
Così il regista è spesso responsabile del progetto, copy e art director, il montatore è anche colorist e sound designer, l’operatore è anche direttore della fotografia, l’assistente è anche elettricista.
Da questo risulta che per realizzare un video industriale a livello professionale le persone coinvolte non possono essere meno di 4.
Sotto questo numero è impossibile mantenere una qualità professionale e di livello del prodotto. Si passa ai video di matrimonio. Non proprio il risultato che il nostro cliente vorrebbe. 

 

QUANTO COSTA: UN ESEMPIO CONCRETO

Immaginiamo di dover realizzare un semplice video industriale della durata di 1’30”/2’00”. Un’unica location (uffici e area produttiva) e senza speaker.
Per realizzare un video industriale, corporate o di prodotto, le professionalità coinvolte sono molteplici, i tempi sono dilatati, le strumentazioni costose.
Dopo il briefing con il cliente o l’account dell’agenzia si effettuano i sopralluoghi, quindi si inizia ad ideare il concept del video e a scrivere la sceneggiatura ed i testi.
Ora si deve organizzare lo shooting, in questo semplice caso è prevista una giornata di riprese. Le persone coinvolte saranno il regista, l’operatore/direttore della fotografia e l’assistente/elettricista.
La strumentazione minima necessaria sarà: la telecamera (noi utilizziamo la ARRI ALEXA 2K, oppure la Blackmagic 4K, o la RED EPIC 5K), con tutti gli accessori; le ottiche cinematografiche (noi utilizziamo le ZEISS CP2 Super Speed); il cavalletto e lo slider; le luci.
Inizia la post-produzione. Tutto il materiale viene catturato e convertito. Viene scelta la colonna sonora. Il regista segue il montatore ed il motion graphics designer. Una volta terminato il montaggio, il video, nella versione w.i.p. (work in progress), viene mostrato al cliente. Si effettuano le modifiche richieste (spesso sono modifiche ai testi, o alla durata di inquadrature di specifici reparti), quindi si procede con la stesura definitiva.

ESEMPIO DI PREVENTIVO: scaricalo QUI

LorenzLab-esempio-preventivo
 

 

INTEGRAZIONE: COME RISPARMIARE E OFFRIRE UN PRODOTTO MIGLIORE

Chi si propone oggi con una comunicazione a 360° si affida spesso a fornitori esterni su cui ricarica le sue competenze. Risultato: maggior costo per il cliente, tempi di consegna dilatati, zero controllo sul risultato finale.
Il cliente non può più permettersi questo tipo di spesa e di attesa.

Io ho maturato negli anni le capacità di sviluppare progetti per clienti di livello internazionale, e ho visto i budget per singolo progetto ridursi drasticamente. Oggi i clienti utilizzano i social network per comunicare praticamente ogni aspetto della loro attività, ed il video è lo strumento più efficace ed immediato per veicolare le informazioni, nonché per aumentare esponenzialmente le visualizzazioni e gli accessi al proprio sito.
L’aspetto negativo è la rapida obsolescenza formale dei contenuti.
Il livello di attenzione del target si riduce sempre di più. L’efficacia stilistica dei contenuti è in continua evoluzione, il cliente necessita di proporre costantemente nuovi contenuti per rendersi presente, per rendersi reale.
Va da sé che ci sono ben pochi clienti disposti a pagare decine di migliaia di Euro per un singolo video la cui vita media si è ridotta a pochi mesi.

Ecco alcuni modi per poter ridurre i costi della produzione video:
Uno è senz’altro quello di ridurre il numero delle professionalità coinvolte. Cosa non semplice se si vuole mantenere la qualità del prodotto. Per questo è necessario affidarsi a professionisti con almeno 10 anni di esperienza lavorativa con clienti internazionali.
Altro aspetto molto importante è la capacità di ottimizzare i tempi di produzione. Spesso i clienti necessitano di realizzare una quantità precisa di video di prodotto (cinque, dieci, venti, dipende dal cliente), ma spalmano la loro realizzazione nell’arco dell’intero anno, moltiplicando le riunioni, le discussioni, le produzioni, in poche parole i costi. L’organizzazione in questo caso permetterebbe di ridurre in maniera drastica i costi. Realizzare contemporaneamente la pre-produzione e la produzione di 5, 10 0 20 video anziché di uno alla volta, porterebbe ad un contenimento dei costi anche del 20-30 %.
Il terzo e più importante è l’INTEGRAZIONE tra l’agenzia di comunicazione e la casa di produzione video. Questa consente di ridurre quasi INTERAMENTE i costi di sviluppo del progetto.

Tagged: , , , , , , , ,